Pubblicato il

La Chirurgia Bariatrica risolve il problema del Peso eccessivo?

Nella mia esperienza molte persone pensano alla chirurgia bariatrica come un modo per risolvere quasi magicamente tutti i problemi relativi al peso. E’ vero che nelle obesità gravi (per intenderci  con un IMC o BMI di o superiore 40 o di 35 se in presenza di comorbilità), spesso le diete non hanno funzionato e ormai le persone sono troppo stanche e sofferenti per iniziarne altre.

E’ importante però sapere che gli interventi di chirurgia bariatrica, indipendentemente dal tipo (esistono diverse tecniche più o meno invasive  e definitive, dal Palloncino o Bendaggio Gastrico al By Pass bilio intestinale o la SLEEVE), nel web si trovano facilmente delle informazioni ad esempio: www.sicob.org www.ifso.com (International Federation for the Surgey of Obesità), per dare buoni risultati vanno affrontati con estrema preparazione e attenzione.

Di norma il percorso prevede più incontri con una equipe multidisciplinare (medico internista, cardiologo, endocrinologo, psichiatra e psicologo, dietista e dietista, chirurgo bariatrico), sia per valutare l’idoneità all’intervento o meno, sia per seguire il paziente nel percorso post intervento.

Prima e dopo l’intervento le vostre abitudini alimentari e lo stile di vita dovranno subire dei cambiamenti.

In particolare per quanto riguarda l’alimentazione prima dell’intervento:

◢ Non dovranno essere  presenti  perdite di controllo sia in termini di “abbuffate” che in termine di “piluccamento continuo” del cibo

◢ Dovrà essere attuata l’alimentazione frazionata (prevedere almeno 3 pasti principali e 2 spuntini nella giornata e non solo)

◢ Mantenere il monitoraggio dell’andamento ponderale

Dopo l’intervento dovrà essere seguito un protocollo alimentare che potrà differire leggermente a seconda del tipo di intervento subito. Tale protocollo prevede che nei primissimi giorni venga seguita una dieta liquida. Poi a seconda dei casi la tipologia dei pasti, per consistenza e quantità, diventerà sempre più simile ad una alimentazione normale. Alcune norme andranno sempre seguite per evitare le conseguenze caratteristiche e frequenti quali: carenza di vitamina B 12, nausea e vomito, diarrea o stipsi e altri.

In tutti i casi è importante un monitoraggio periodico dei valori nutrizionali in particolare di Vitamine e Sali Minerali e altri nutrienti.

I diversi tipi di intervento di chirurgia bariatrica non garantiscono di per se una perdita di peso significativa e mantenuta nel tempo se non vengono seguite le indicazioni dietetiche e i consigli nutrizionali necessari.

Vanno intesi come un importante supporto e facilitatore nel percorso di perdita ponderale che comunque va fatto dalla singola persona. Per questo è importante affidarsi a centri e strutture che prevedono gruppi di sostegno e la figura del dietista presente sia prima che dopo l’intervento stesso. 

In sintesi: LA CHIRURGIA BARIATRICA. RISOLVE IL PROBLEMA DEL PESO ECCESSIVO?